Secretary.it la community dedicata alle assistenti di direzione

Professione Assistenti di direzione

Terremoto in quarantena

Terremoto in quarantena: la ripartenza di Emanuela

Tra le numerose storie positive di cambiamento e rinascita che ci avete raccontato durante la quarantena, quella di Emanuela Giacomelli, Executive Assistant in Cyber Partners Srl, ci ha colpito per la spontaneità e la fortissima passione per il proprio lavoro che traspare da ogni singola parola. Questo è il suo racconto, e siamo certi che sarà d’ispirazione anche per voi!


La mia quarantena sarebbe da raccontare come ci si racconta ad un amico, ad un diario.
È stato un terremoto nel terremoto, con l’unica differenza che non mi sono mossa da casa mia.

Questi lunghi, lunghissimi giorni, hanno forgiato ancora di più un animo irrequieto, ansioso e instancabile come il mio.

Nel dicembre 2019 ho lasciato una collaborazione ultraventennale e mi sono lanciata nel vuoto. Una nuova sfida si apriva di fronte a me, un nuovo lavoro, in un nuovo settore, con una sola consapevolezza: la mia professionalità e il mio bagaglio personale. Mi è stata regalata una possibilità nuova che ho accettato con gioia e senza riserve, ma che mi ha messo in gioco proprio nel momento in cui una donna è forse più sensibile, quando alla soglia dei 50 anni ci si chiede quanto ancora possa essere “performante” nel mondo del lavoro.

Quindi il 2020 è iniziato per me come un lancio da un trampolino, nel vuoto. Il mio paracadute era costituito solo dalla mia esperienza, e dal fatto che ero stata voluta per quella posizione.

L’inizio è stato un vero terremoto: farfalle nello stomaco, nuovi termini da imparare, nuova metodologia lavorativa, nuovi colleghi, nuovo capo…. Ma mi sono accorta dopo la prima settimana che stavo rinascendo, che non avevo paura, che potevo creare qualcosa di importante. E ho iniziato a camminare spedita dopo i primi passi incerti, con la consapevolezza che si può anche sbagliare ma con la meraviglia che se il team di lavoro è valido, concreto, sensibile e disponibile, il lavoro corale è di gran lunga quello che dona più soddisfazioni. E il mio nuovo team è tutto questo!

Ma nella realtà il “vissero tutti felici e contenti” non esiste… e quindi dal 9 marzo il terreno ha tremato di nuovo, e la modalità lavorativa in Smart Working dovuta alla quarantena è divenuta una temuta realtà.

Nella prima settimana sono riaffiorate tutte le incertezze e le paure. Come avrei potuto lavorare da casa, in un ambiente diverso da un ufficio, con quasi tutto il nucleo familiare fermo a casa? Come avrei potuto essere ugualmente professionale, efficiente, pronta, con il PC ad un passo dalla cucina e condividendo il tavolo con una figlia che studia per la maturità?

Eppure non mi sono abbattuta. Sono riuscita a trovare il mio equilibrio, il mio paracadute mi ha sorretto nuovamente. Mi sono tirata su le maniche, ho creato la mia routine quotidiana (comprensiva di camminata mattutina alle 7.00 e super tornei di giochi da tavolo nel tardo pomeriggio), e ho cercato di trovare il meglio per me in questo periodo di quarantena.

Mi sono guardata intorno e ho pensato che questo momento poteva, anzi doveva essere utilizzato per una revisione personale ma anche per dedicarmi alla formazione. Senza neanche accorgermene, ho iniziato a seguire tutti i webinar della community di Secretary.it previsti per l’ora della pausa pranzo. E tutti, tutti i seminari mi hanno regalato qualcosa di bello, interessante per la mia persona e per la mia professione. Una gran voglia di studiare e di imparare cose nuove, e di metterle in pratica.

Uno di questi webinar mi ha proprio rapito: “Come creare presentazioni efficaci da remoto”. Ricordo che si era prolungato un po’ e che ho pranzato con il PC poggiato sulle gambe. Alla fine ho deciso che mi interessava troppo un approfondimento del tema e che di certo mi serviva per fare quel passo in più.

Non ci ho pensato due volte: ho chiesto delle ore di permesso per poter partecipare… E la risposta è stata un grande, ennesimo regalo: non solo ero autorizzata a partecipare, ma il valore che acquisivo con il corso che l’Azienda mi stava offrendo era di certo un valore importante per me e per tutto il team! Ecco. Ho avuto la prova che non bisogna aver paura di spingerci oltre, e che la professionalità ripaga. Sempre.

Ho finito il corso di Presentation Design, sono contentissima per tutto ciò che ho acquisito, ne farò sicuramente degli altri, e non rinuncio ai Webinar nelle pause pranzo.

Ora si parla di ripresa, di tornare in ufficio in sicurezza, di fase 2 e poi di fase 3…. Io ci sono. Pronta per le altre sfide. E con la consapevolezza che le sfide della vita sono dei regali.
L’importante nella vita, con o senza quarantena, è non fermarsi, ma anche porre attenzione alle opportunità, perché ogni giorno abbiamo la possibilità di crescere, di migliorare, di essere felici.

Cerchi anche tu una nuova opportunità? Vorresti ripartire, semplicemente, da te? Visita tutte le proposte formative messe a disposizione dalla community di Secretary.it e scegli quelle più adatte a te!