Secretary.it la community dedicata alle assistenti di direzione

Professione Assistenti di direzione

team building

La soluzione che cercate è un team building aziendale

Un conflitto tra colleghi? Una squadra demotivata? Ciò che serve alla vostra azienda è un team building: qui vi spieghiamo come scegliere quello più adatto.

Alle parole team building noi di Secretary.it abbiamo già mille idee vorticare per la testa.
Negli anni ne abbiamo provati e proposti alla community di tutti i tipi, concept, colori e profumi.

Questa attività ha preso sempre più piede all’interno delle aziende, tanto da diventare un must, da organizzare almeno una volta l’anno. Non è più prerogativa solo delle grandi aziende con fatturati da capogiro ma anche delle piccole-medio imprese con team e budget ridotti. Che ne abbiano tutti compreso l’utilità?
Chi non avesse mai organizzato un team building – o lo avesse fatto nel modo sbagliato – potrebbe pensare ad un’attività progettata per svagarsi, senza uno scopo preciso. Niente di più lontano dalla verità!

La prima regola d’oro è infatti quella di definire un obiettivo chiaro e specifico. Quali possono essere?

Formare
Una validissima modalità alternativa ai classici corsi di formazione. Più interattivi, coinvolgenti, pratici ed esperienziali: sempre più aziende preferisco i workshop.
Questo genere di attività favorisce l’apprendimento e permette di focalizzarsi sulle proprie qualità, sulle capacità comunicative e di problem solving, nonché sull’abilità ad agire in situazioni di stress e tempi stetti.
Lo ha provato sulla sua pelle anche Vania Alessi (co-fondatrice di Secretary.it) che al workshop Lego Serious Play ha imparato molto di sé “giocando” con i famosi mattoncini.

Fare squadra
L’obiettivo più evidente quando si pensa ad un team building è proprio quello di creare coesione ed armonia all’interno di una squadra di lavoro.
Immaginiamo una fusione aziendale in cui i dipendenti delle due imprese non si conoscono oppure un team in cui si sono create delle rivalità e/o incomprensioni: preparare un ambiente privo di tensioni in cui è necessario collaborare per raggiungere uno scopo che gratifichi tutti, è un’ottima soluzione.
L’attività metterà in luce le differenze tra i partecipanti e spingerà a vederle non come divergenze ma come occasione di miglioramento e arricchimento reciproco.
In questi casi, le migliori alternative sono esercizi sportivi (di squadra naturalmente), attività legate alla cucina – ci ricordiamo bene il Taste of Vitality Day – o ancora musicali.

Stimolare la creatività
C’è chi ci nasce e chi no: la creatività è una di quelle doti che va allenata e stimolata continuamente.
Le intelligenze artificiali sono in grado di portare a termine perfettamente (quasi) qualsiasi ragionamento analitico. Ma le nuove idee? E le soluzioni alternative? Il pensiero creativo resta una delle capacità più richieste perché stimola l’elasticità mentale, permette di risolvere problemi e superare sfide in breve tempo.
Se volere organizzare un team building con lo scopo di esercitare la creatività, potete puntare su un numero pressoché infinito di giochi come: quiz, attività artistiche o musicali, caccia al tesoro, escape room o esperienze sensoriali.

Motivare
Avere dipendenti felici di lavorare per l’azienda è essenziale affinché siano produttivi ed efficienti. Come motivarli? Le politiche di welfare sono sicuramente alla base di questo processo ma anche i team building aiutano.
L’attività organizzata dovrà creare fiducia nel brand e incentivare, ad esempio con un viaggio dell’intero team, la creazione di un coro aziendale o con una sessione di meditazione.
Quindi se state immaginando colleghi più produttivi, efficienti, coinvolti e stimolati… Sapete qual è la soluzione!

Capire esattamente quale risultato volete ottenere è di certo il primo passo: non tutti i tipi di attività sono uguali e ognuno risponde ad una diversa esigenza. Dal team building sportivo a quello culinario, dalla caccia al tesoro alle visite culturali: ce n’è davvero per tutti i gusti!

Volete organizzare un team building super creativo? Allora tenete bene a mente questi passaggi:

  1. Definite l’obiettivo;
  2. Stabilite il budget;
  3. Scegliete il fornitore che fa al caso vostro;
  4. Optate sempre per formule personalizzate ed evitate proposte standardizzate.

Abbiamo già toccato il primo punto; sul secondo raccomandiamo solo di essere realisti: non si può affittare un castello con un budget da agriturismo :)

Per il terzo e quarto punto… Beh, naturalmente potete fare affidamento sul nostro servizio di Consulenza Eventi! – sapete che è gratuito per i nostri iscritti, vero?

Altrimenti potete partecipare al Secretary Meets gifts, events & much more, appuntamento gratuito post-ufficio per conoscere i nostri partner di fiducia, le loro idee e soluzioni business in merito a team building, ma anche regalistica aziendale ed eventi più in generale.

Le coordinate per partecipare: 4 ottobre / Tocq Hotel Milano / ore 18.
Ad aspettarvi ci saranno tanti spunti innovativi e creativi, colleghi con cui scambiare esperienze e consigli, un gustoso buffet accompagnato da un buon bicchiere di vino e tanti omaggi dei nostri partner! Colpiti e affondati?