Secretary.it la community dedicata alle assistenti di direzione

Professione Assistenti di direzione

Social Media Marketing Day

Social Media Marketing Day, un altro successo!

Martedì 22 giugno 2016, nell’Auditorium gremito della prestigiosa sede milanese de Il Sole 24 Ore, abbiamo assistito alla 4a edizione del Social Media Marketing Day. Potevamo noi di Secretary.it lasciarci sfuggire l’occasione di partecipare a questo importante incontro? Certo che no!

Il format dell’evento si è rivelato essere – anche quest’anno – una formula vincente per evitare distrazioni e tenere viva l’attenzione del pubblico. In pratica, quasi ogni settore era presente (dal giornalismo alla finanza, dal no-profit alla cultura, dallo sport alle istituzioni) e ogni relatore ha esposto l’ingresso, l’impatto e lo scopo dell’utilizzo dei Social Media nella realtà della sua azienda o ente.

Aprendo la panoramica sui trend di quest’anno, è subito emerso che se non si hanno i tool, a poco serve sapere cosa succederà l’anno successivo nel mondo digital. Nel settore aziendale si registra ancora oggi un gap drammatico; è pertanto necessaria una radicale digital & social media transformation per stare al passo coi tempi. È altresì fondamentale quella che è stata definita customer experience-centric strategy:prima conosco il mio cliente e metto la sua esperienza all’interno della mia strategia, e poi penso al marketing.

Social Media Marketing Day
Ancora una volta Secretary.it si riconferma la business community per assistenti di direzione sempre in anticipo sulle tendenze del mercato. Infatti il tema di quest’anno del Secretary Day, svoltosi lo scorso 23 maggio presso l’Hilton Garden Inn Milan North, era incentrato su “La social reputation dell’Assistente di Direzione e l’impatto sull’azienda”. Di particolare interesse per la sua valenza innovativa è stato l’intervento di Olimpia Ponno che ha presentato in anteprima esclusiva per noi il concetto di “Road map della leadership digitale (profili e approcci che creano e distinguono le relazioni sociali)”, identificando oltre 25 profili e approcci che comunicano di volta in volta il ruolo svolto dalle persone sui social. Negli ultimi due anni, pur avendo registrato un incremento del 10% nell’utilizzo di almeno un social media a scopi professionali (marketing & comunicazione), le aziende faticano ancora a considerare le potenzialità di questi strumenti “per prendersi cura del rapporto con dipendenti, clienti, utenti”.

Social Media Marketing Day

In linea poi con l’intervento di Andrea Albanese durante il SMM Day, Olimpia Ponno nella sua relazione ha messo l’accento sulla necessità per le assistenti di direzione di uscire dall’autoreferenzialità e di prendere consapevolezza di “quale ruolo” si vuole “assumere sui social (explorer, mover, shaker, transformer, performer, vocal activist, ecc.) e che tipo di approccio è più consono avere per raggiungere l’obiettivo”. La scelta dell’approccio, in particolare, “aiuta a co-creare, costruire, mantenere, gestire, sviluppare non solo relazioni sociali online e offline efficaci, ma a diventare aggregatori di conoscenze. Non solo per trasmettere valori, ma soprattutto per rendere credibili e verificare contenuti, scambiarsi esperienze interculturali, guidare persone e aziende a migliorare la propria comunicazione interna ed esterna, mirare attività di marketing, mappare i clienti e dialogare con loro come persone e non come target, intercettare posti di lavoro e profili professionali innovativi, coinvolgere i partecipanti prima-durante-dopo un evento, creando maggiore interazione, coinvolgimento, divertimento, interesse”.

Menzionavamo poc’anzi che il cliente risulta essere centrale: sia che l’azienda voglia vendere un suo prodotto o servizio, sia che voglia fare comunicazione, deve pensare in un’ottica di engagement con il cliente. Si è visto infatti come ultimamente la tendenza degli utenti sia quella di consigliarsi nei social prima di procedere agli acquisti, sia online che offline, e dunque ognuno di noi è oramai diventato ad un tempo agenzia di comunicazione e testimonial. E di questo trend le aziende non possono non tenerne conto.

Social media marketing day
Nei vari interventi è emersa inoltre l’importanza del monitoraggio e della comparazione dei dati, non solo al fine del calcolo del ROI, ma anche per accrescere l’efficacia dei social e migliorarne le potenzialità. Ricollegandoci ancora con il Secretary Day 2016 e con l’intervento di Olimpia Ponno, la Digital Performance, diventa “determinante per qualificare Evolutionary Leader 3.0 e per ottenere ROSR (Return On Social Relationship)”.

Parlando di Social Media, Business Personal Branding e Percorsi Formativi Digital Communication, anche Secretary.it è stata citata nel terzo intervento di Andrea Albanese a proposito della proposta formativa Social Media & Digital Assistant 2016, progetto definito dallo stesso Albanese, “pazzesco”. In chiara accezione positiva!

L’intervento si è concluso con messaggi carichi di energia e stimolando il pubblico ad affrontare il cambiamento con il giusto spirito: “Cambiare è una scelta. Cambiare è difficile. Cambiare è quello che facciamo tutti i giorni per vivere. L’equilibrio si trova se ti muovi”.

Dopo il travolgente successo della prima edizione del corso Social Media & Digital Assistant 2016, è stato richiesto a gran voce il bis. E per accontentare le molte assistenti interessate ad iscriversi sono stati organizzati nuovi incontri a Bologna e a Milano.

1 Response

  1. Alessandra Donnini

    Cara Maria, da tua amica nonché ex compagna di studi non posso che augurarti solo il meglio perché, Yes – You can :) Sii sempre così in gamba come sei sempre stata. E grazie per aver condiviso questa bellissima esperienza.