Secretary.it la community dedicata alle assistenti di direzione

Professione Assistenti di direzione

Felicità in azienda: cosa può fare un’assistente?

Un nuovo anno è appena iniziato..tutti noi visualizziamo cosa può portarci felicità, pensiamo ai nostri sogni, obiettivi e propositi.

Molti hanno vissuto in questi ultimi due anni situazioni che hanno visto una riorganizzazione del lavoro, problemi di lontananza-convivenza o isolamento in ufficio e molti cambiamenti organizzativi a livello aziendale. La flessibilità è stata sicuramente la competenza che abbiamo maggiormente allenato. Ma non per forza vista con accezione negativa. Molte situazioni hanno favorito la comunicazione, l’ascolto attivo, attività di mentoring, la capacità di adattamento e il coraggio nell’affrontare le situazioni critiche. Le persone e le aziende stanno ragionando sempre più sulla felicità come una dimensione che non può più prescindere la vita privata e lavorativa..

E di “Scienza della felicità e delle organizzazioni positive” abbiamo parlato lo scorso 27 novembre presso la Fondazione ANT Italia Onlus di Bologna in occasione della  tradizionale pillola formativa natalizia del gruppo Secretary.IT Emilia Romagna. E’ stata una grande gioia ritrovarsi in presenza dopo 2 anni: nel 2020, infatti, abbiamo dovuto rinunciare a questo imperdibile appuntamento a causa del riaggravarsi della situazione pandemica nei mesi invernali. Quest’anno la voglia di rivedersi era tale che abbiamo ricevuto adesioni record e non sono mancate neppure le assistenti arrivate da fuori regione! La cosa ci ha fatto davvero piacere, perché significa che la community ha resistito al periodo di isolamento forzato e si è ritrovata più unita e coesa che mai!

Un tema di grande attualità ed interesse: anche a causa della rivoluzione portata nel mondo del lavoro (e nelle nostre vite) dal Covid-19, le aziende stanno riconoscendo sempre di più l’importanza di creare ambienti di lavoro rispettosi ed inclusivi.

Si stanno diffondendo figure nuove, come quella del Chief Happiness Officer (CHO), dedicata alla soddisfazione e al benessere delle persone in azienda e in grado di portare una trasformazione positiva all’interno delle organizzazioni.

Abbiamo avuto il grande piacere di ospitare come relatrice una vera esperta del settore: Veruska Gennari, co-fondatrice di 2BHappy nonché ideatrice in Italia della certificazione in Chief Happiness Officer (CHO).

Le/gli assistenti di direzione possono diventare veri e propri change agent all’interno delle aziende: lavorando a stretto contatto con il manager, possono farsi portavoce di nuovi valori aziendali da condividere a tutti i livelli dell’organizzazione. Non è, dunque, un percorso rivolto necessariamente ed esclusivamente alle HR: una delle iscritte alla nostra community, Chiara Camangi, ha, infatti, intrapreso con successo la strada della certificazione CHO e ci attendiamo che altre seguano il suo esempio!

Veruscka è partita dall’analizzare il concetto di felicità, distinguendo tra la felicità intesa come “emozione” e la felicità intesa come ‘competenza’ che, come tale, può essere allenata.

La felicità come competenza deriva per un 10% dalle circostanze della vita, per un 50% dalla genetica e per un 40% dai comportamenti. Abbiamo, quindi, un margine di azione abbastanza esteso nel perseguire la felicità.

Gli studi sulla felicità hanno dimostrato che la felicità si fonda su 4 pilastri: + Chimica positiva/- Chimica negativa, + NOI/- IO, + Essere/- Avere, + Disciplina/- Caos.

I 4 pilastri della scienza della felicità sostengono le 4 aree del modello dell’organizzazione positiva.

Che cos’è un’organizzazione positiva?

E’ un luogo in cui le persone evolvono in relazione con le altre, governate da strutture, processi e pratiche coerenti ed eque, che generano benessere e felicità. Le organizzazioni positive sono guidate da un proposito eco-sistemico capace di generare profitti, riducendo la sofferenza e anticipando, così, futuri sostenibili.

Le quattro aree, che caratterizzano il modello dell’organizzazione positiva, sono: positive organization, cultural trasformation, corporate happiness e positive leadership. E’ attraverso ciascuna delle quattro aree che avviene il cambiamento nell’organizzazione.

L’organizzazione positiva promuove una cultura organizzativa guidata da un proposito ancorato a finalità collettive e capaci di generare un impatto sociale ecologico di promozione del bene comune. Favorisce il passaggio da modelli basati su ego, separazione, competizione e profitto a modelli basati su interconnessione, senso e significato. Ecco come la cultural transformation identifica il pilastro del + Noi e – Io.

L’organizzazione positiva sostiene e sviluppa leader consapevoli del proprio scopo, che vivono il ruolo come servizio agli altri e hanno una propria routine del benessere. Non esistono organizzazioni positive senza leader positivi. Non esistono leader positivi senza essere umani consapevoli (+ Essere/- Avere). Ci sono dei comportamenti che identificano e caratterizzano il leader positivo. Solo per citarne alcuni:

  • usa meno io e più noi
  • esprime apprezzamenti e riconoscimenti
  • comunica e da feedback in modo autentico
  • ha a cuore la salute e il benessere delle persone
  • pratica gentilezza e rispetto
  • non dà ordini
  • ha una propria routine della felicità
  • è coerente.

L’organizzazione positiva disegna e implementa strutture, processi e pratiche che generano benessere e felicità. E’ in quest’area, in cui si dà valore alla formazione, alle gestione degli spazi, delle performance, dei conflitti, delle riunioni, delle retribuzioni e, in generale, si tiene conto di tutte quelle pratiche e azioni che generano chimica positiva, che si portano avanti il + Noi, l’essere e la disciplina. E’ l’area della corporate happiness in cui l’organizzazione positiva fa della felicità una strategia organizzativa coerente, importante, urgente ed inevitabile, perché sa che la felicità è un vantaggio sia per l’individuo che per l’organizzazione.

Che cos’è un Chief Happiness Officer?

Il CHO (Chief Happiness Officer) è un esperto di organizzazioni positive che conosce i principi alla base della scienza della felicità e sa guidare questo cambiamento attraverso un approccio integrato. Un approccio che fa dialogare i processi organizzativi con i comportamenti e la cultura, al fine di generare coerenza e fare del benessere una solida strategia organizzativa.

A tal proposito segnaliamo che sono aperte le iscrizioni per la prossima certificazione CHO (edizione primavera 2022). Per ulteriori informazioni, rimandiamo al sito www.chiefhappinessofficer.it/

E’ stata una pillola formativa davvero ispirante e ricca di spunti di valore. A Veruscka Gennari vanno i nostri più sentiti ringraziamenti!

Al termine della pillola, si è tenuto il tradizionale brindisi natalizio e le ragazze hanno potuto dedicarsi allo shopping natalizio tra le tante strenne messe a disposizione da ANT Italia Onlus.

Patrizia, Vania ed io siamo veramente grate per la generosità delle assistenti che hanno partecipato, visto che quest’anno siamo riuscite a superare la cifra di 1.000 euro!

Con questa splendida pillola natalizia, che ha chiuso le attività del gruppo dell’Emilia Romagna per il 2021speriamo davvero che il nuovo anno appena iniziato  possa ripartire verso un futuro lavorativo più sereno!

Arrivederci con tante belle iniziative!

Samanta, RBA Secretary.IT Emilia-Romagna