Secretary.it la community dedicata alle assistenti di direzione

Professione Assistenti di direzione

Your brand new effective CV: la guida definitiva!

Ottime abilità organizzative e communication skills efficaci: punti saldi di un Assistente al top… Ma sei davvero certo di saperli presentare al meglio sul tuo CV? Ecco una guida efficace per le tue prossime application!

Stai cercando attivamente nuove opportunità lavorative per il tuo ruolo di Assistente, il tempo a disposizione è poco e riuscire a raccontare te stesso al meglio, in uno spazio limitato, si rivela un’impresa davvero ardua.
Niente panico, sei nel posto giusto! Aggiornare il tuo CV, donandogli nuova luce deve essere in cima alle tue priorità. In questo articolo troverai alcuni consigli per fare un’ottima prima impressione e non farti scappare la prossima opportunità!

Strutturare il tuo CV

La struttura del tuo CV è la base dell’intero lavoro, specialmente nel caso delle application per le posizioni amministrative, dove organizzazione e programmazione delle priorità sono la chiave assoluta del ruolo.
Un CV chiaro e conciso aiuterà i recruiter e i datori di lavoro nel processare efficacemente le tue informazioni, cosa molto apprezzata dato che avranno sicuramente a che fare con un grosso numero di application.

Di seguito una piccola agenda che ogni CV dovrebbe avere per massimizzare la possibilità di successo:

  • 1. Dati personali
  • 2. Profilo professionale
  • 3. Percorso professionale
  • 4. Istruzione e Qualifiche
  • 1. Dati personali

    Inserisci tutti i tuoi dati personali in cima alla prima pagina del tuo CV: assicurati di aver scritto il tuo nome completo, indirizzo di residenza, contatto email professionale e numero di telefono. Inoltre, è buona norma inserire la URL del proprio profilo LinkedIn (se curato adeguatamente) o un numero di telefono aggiuntivo per dare ai recruiter un’ulteriore possibilità di raggiungerti.

  • 2. Profilo professionale

    Il profilo professionale, o summary, è una piccola introduzione che servirà come prima presentazione di te, delle tue skills e percorso professionale. Dovrebbe altresì indicare ciò che stai cercando dalla tua prossima esperienza di Assistente e le tue future ambizioni di carriera. Ricorda di scrivere un testo conciso (quattro o cinque frasi al massimo), in quanto dovrai fornire una piccola panoramica della tua persona, invogliando invogliare il lettore a saperne di più. Cerca di vedere il tuo profilo personale come un mezzo per venderti ai recruiter, evidenziando le tue qualità ed aspirazioni personali.

    Una summary efficace potrebbe, ad esempio, suonare così:

    Vanto un’esperienza più che ventennale nel ruolo di Assistente di Direzione. Sono un collaboratore fedele, leale, organizzato e strutturato. Ritengo di saper comunicare intervenendo efficacemente, nel giusto momento.

  • 3. Percorso professionale

    Il percorso professionale è la sezione più importante del tuo CV. I recruiter vogliono scoprire che hai un’esperienza di valore, che ti ha permesso di trasformarti in un Assistente forte e “skillata”. Quello che devi fare in questo momento è sottolineare le tue responsabilità, abilità e successi nelle aree di rilevanza per il tuo ruolo, ad esempio: organizzazione, programmazione, multitasking, comunicazione e management. E’ molto importante dimostrare un vero e proprio set di abilità per le posizione amministrative di diversa natura, questo si traduce nel coprire tutte le aree coinvolte: dal management delle attività quotidiane al saper rapportarsi con gli stakeholders Senior.

    In termini di impostazione grafico-strutturale, adottare un ordine cronologico antiorario è la best practice per costruire questa sezione del tuo CV. Inizia con la tua posizione attuale, o con la posizione più recente, includendo il ruolo, il nome dell’azienda e la durata del rapporto lavorativo.

    Di seguito al ruolo, elenca le tue responsabilità e risultati suddividendoli per bullet points, cercando di creare anche un effetto visivo piacevole e chiaro. Abbiamo già raccontato l’importanza della suddivisone visiva delle nostre capacità in questo articolo. Un esempio efficace potrebbe essere questo:

    Executive Assistant – XYZ Ltd, 2016 – presente

    Mi occupo di:
    – gestione ed organizzazione di viaggi e permanenze all’estero
    – gestione agenda ed e-mail, organizzazione e report di riunioni
    – gestione di documenti confidenziali
    – preparazione eventi per partner e clienti stranieri
    – gestione clientela VIP

    NB: Se stai scrivendo il tuo CV in inglese, di seguito troverai una lista di verbi efficaci da utilizzare:

    Assist               Arrange

    Coordinate       Ensure

    Maintain           Manage

    Oversee           Prepare

    Record             Schedule

    4. Istruzione e Qualifiche

    In questa sezione, dovresti fornire alcuni dettagli dei tuoi successi accademici, così come qualifich rievanti che potrebbero suppportarti o evidenziare le tue abiità di Assistente. Ricorda che spesso i recruiter valutano da un spettro molto ampio queste qualifiche, perché potrebbero rispecchiarsi in aspetti molto disparati del tuo carattere o approccio lavorativo!

    Esempio:

    Il 23 Maggio 2016 ho ricevuto il PREMIO ADA 2016: Assistente dell’Anno, indetto da Secretary.it, la community italiana che raccoglie più di 9.500 iscritte sul territorio italiano.

  • Info extra? Se rilevanti per il ruolo, via libera!

    Interessi, attività extra-lavorative, esperienze di volontariato… Se le ritieni valide per sottolineare qualche aspetto della tua personalità o professionalità, inseriscile senza esitazione! I recruiter saranno ben felici di unire le tue abilità ed esperienze professionali al tuo stile e passioni personali.

Passaggi finali

Un CV ideale, solitamente, non supera le due facciate A4. Ciò che conta è che le informazioni siano accurate, concise, e sopratutto consisenti!

Inoltre, è indicato modificare di volta in volta il tuo CV e lettera motivazionale per ciascuna application, scegliendo accuratamente le keywords da sottolineare leggendo con precisione le job description. Dimostrando attivamente il tuo impegno, farai sicuramente breccia nel cuore dei recruiter… E proprio come sulle più celebri app di incontri: it’s a match!

Ci auguriamo che questi consigli per ricaricare il #SecretaryPower del tuo CV siano stati utili, e ovviamente in bocca al lupo per la tua ricerca di lavoro! Se non hai ancora iniziato a cercare nuove opportunità, segui la nostra pagina dedicata alle offerte di lavoro e inizia a candidarti!

Necessiti di un extra boost per il tuo CV? Vi ricordiamo che Secretary.It offre un servizio di Consulenza CV per aiutarvi a mettere in luce le vostre abilità e a risaltare tra tutti gli altri candidati!