Secretary.it la community dedicata alle assistenti di direzione

Professione Assistenti di direzione

Superare le aspettative del capo

7 modi per colpire il capo e superare le aspettative

Seguite questi 7 consigli per stupire il vostro capo, superando le sue aspettative e aggiungendo valore al vostro lavoro.

Tutti vogliamo sentirci gratificati. Eppure, anche quando sembra che si stia facendo tutto giusto (non si è mai in ritardo al lavoro, raramente si prende un giorno di malattia, e si rispettano sempre le scadenze) le promozioni sono poche e lontane tra loro. Perché?
La risposta è semplice: non si ottiene la promozione soddisfacendo le aspettative del capo. Le aspettative del capo sono il prezzo di entrata, certo, ma limitarvi a completare i requisiti minimi non vi porterà da nessuna parte.

Il trucco per avanzare nella carriera è aggiungere valore, fare in modo che il vostro contributo valga più di quanto siete pagati.
L’obiettivo è superare le aspettative del vostro capo, tanto che si senta LUI la persona più intelligente del mondo per aver assunto VOI. Dovrà pensare che l’organizzazione non può fare a meno di voi.
Non è così difficile come sembra. In realtà, si può colpire la mente del capo in sette semplici passi. Vediamoli insieme!

Fase 1: Al di là di sviluppare le competenze necessarie per il lavoro, bisogna conoscere il settore, i concorrenti dell’azienda, gli ultimi sviluppi e le sfide. Se davvero volete colpire il vostro capo, dovrete apprendere tutto quello che si può dall’azienda e dal settore.
Ad esempio, uno sviluppatore IT, oltre ad imparare semplicemente le migliori prassi attuali della codificazione, si impegnerà a capire come tali pratiche vengono applicate in tutto il settore.
Trasferire la vostra conoscenza dal contesto generale alla vostra organizzazione è un ottimo modo per aggiungere valore. Oltre a saper fare il vostro lavoro, dimostrate che sapete perché si sta facendo e perché è importante.

Fase 2: Prevenite il problema. È una bella sensazione quando si può rispondere subito alle domande del vostro capo, senza frugare in pile di carta o chiedergli di tornare. Anticipare i bisogni e inviargli aggiornamenti regolari, farà di voi delle ottime Assistenti. Inoltre risparmierete tempo ed energia e il capo lo apprezzerà molto.

Fase 3: Errare è umano. Sono troppe le persone che cercano di coprire i loro errori temendo le ripercussioni. Invece di nasconderli, fate sì che vengano alla luce da soli. La responsabilità è un’arte perduta: mostrate al capo che non avete paura e lui ne sarà stupito. L’importante è che, una volta commesso l’errore, troviate al più presto una soluzione così che quando lo riferirete al vostro capo vi mostrerete pronte, responsabili e perfette problem solver! Ancora meglio, aver già iniziato a risolverlo.

Fase 4: Per crescere professionalmente è opportuno partecipare a corsi di formazione e workshop per migliorare le proprie abilità e il vostro capo sarà lieto di investire in questo. È anche vero però che se il vostro obiettivo è quello di colpirlo positivamente potrete farlo aggiornandovi e formandovi anche nel vostro tempo libero. Dimostrerete che ci tenete davvero, che è vostro interesse.
Online ci sono numerosissimi corsi, gratuiti o quasi, che potete seguire per sviluppare le vostre skills. Quando andrete dal vostro responsabile e dimostrerete quanto già appreso ricompenserà il vostro spirito di iniziativa.

Fase 5: Siate proattivi. Se vedete un problema, risolvetelo. Se vedete qualcosa che dovete fare, fatelo. Mettete insieme un guida per i nuovi assunti, documentate i processi e capite com’è possibile semplificarli o fate qualsiasi altra cosa che può fare la differenza. I capi apprezzano più di ogni altra cosa chi porta idee migliorative e propone novità utili all’azienda nel lungo periodo.

Fase 6: Prima o poi il vostro reparto avrà bisogno di aiuto o di input da un’altra area, garantito!
Costruire relazioni con altri reparti non è solo un ottimo modo per colpire il vostro capo, ma è davvero utile. Le interazioni persona-persona sono quasi sempre più efficaci degli scambi reparto-reparto.
Sapete bene come potete rendere migliore la giornata del vostro capo dicendo: “Posso fare io questo lavoro” o “Conosco qualcuno che può fare subito questo lavoro per noi”.

Fase 7: Siate la calma in una crisi. Pochi sforzi otterranno l’attenzione del vostro capo come la capacità di prevedere una tempesta. Che si tratti di un conflitto tra le persone o di cambiamenti, interni o esterni, bisogna mostrare che si è in grado di rimanere calmi e di controllare le emozioni. La capacità di pensare chiaramente durante una crisi dimostra potenziale di leadership.

Utilizzateli tutti insieme: Le persone che riescono a mettere in pratica la maggior parte di questi suggerimenti sono quelle che raggiungeranno il massimo valore e supereranno di gran lunga le aspettative.
Il Business è, dopo tutto, fare profitto. Il vostro capo e l’azienda devono sapere che stanno ottenendo un grande ritorno attraverso il tempo e il denaro che stanno investendo in VOI.

Avete altri consigli per colpire il capo? Suggeriteli nei commenti!

Leave a Reply