Secretary.it la community dedicata alle assistenti di direzione

Professione Assistenti di direzione

Premio ADA 2016

Premio ADA – Assistente dell’anno 2016: candidatevi!

Eccoci di nuovo qui, un altro anno è passato e le candidature per il Premio ADA – Assistente dell’anno si riaprono! Chi di voi vincerà l’edizione del 2016?

Per chi non lo conoscesse, il Premio ADA, Premio Assistente dell’anno, è un riconoscimento istituito da Secretary.it che mira, attraverso un tema che cambia di anno in anno, a stimolare le partecipanti nel creare un elaborato originale per vincere oltre al titolo anche premi speciali.

Per l’11ma edizione è stato scelto di valorizzare le Social & Digital Assistant che utilizzano strumenti innovativi in modo professionale, adattandoli alle proprie esigenze e a quelle della propria azienda.
La vincitrice insieme alle prime 10 classificate saranno premiate durante il Secretary Day, la giornata di formazione dedicata alle assistenti di direzione della community che si terrà il 23 maggio presso l’Hilton Garden Inn di Milano! Ma di questo ne parleremo nel prossimo articolo…

Tornando alla nostra “ADA”,  siamo convinte che molte di voi si staranno chiedendo: “Ma chi è ADA?”. Beh, ADA è l’acronimo di Assistente Dell’Anno coniato tempo fa dalla nostra assistente Chiara Agnese e poi sulla scia di questa idea, un’altra iscritta alla nostra community, Corinna, ne ha redatto un profilo vero e proprio….e il caso ha voluto che le caratteristiche di questo nome rispecchiassero perfettamente il profilo di questa figura.

Vi lasciamo alla piacevole lettura!

ADA è un acronimo perfetto, nome di donna splendido
Significato: nobile di stirpe
Origine: germanica
Onomastico: 4 Dicembre
Corrispondenze: Segno Zodiacale dei Gemelli
Numero portafortuna: 2
Colore: blu
Pietra: zaffiro
Metallo: oro

E’ un nome diffuso in tutta Italia, soprattutto nel Nord e nel Centro, anche nella variante Adina e nei nomi doppi Ada Maria e Ada Lisa. Il nome germanico si è affermato in età franca e nel Tardo Medioevo dal corrispondente francese Ade e si è diffuso per il culto di due sante francesi, una badessa nel monastero di Soissons, l’altra nel monastero di Le Mans, non riconosciute ufficialmente dalla Chiesa.

Si è affermato in Italia a partire dall’Ottocento per merito della protagonista dell’opera “Caino” di Byron del 1821. Una seconda interpretazione etimologica attribuisce al nome un’origine ebraica: la moglie di Esaù, infatti, si chiamava Adah, cioè “adornata (dal Signore)”. Fu il nome di una regina di Caria, esiliata e reinsediata sul trono da Alessandro Magno e della poetessa e narratrice del Novecento Ada Negri.

Allegria, vitalità, energia ma nel quadro di un grazia serena sono le qualità del suo animo. L’atmosfera intorno a lei è carica di poesia e quiete, fedelissima in amicizia e in amore, è capace di una generosità sconfinata.
Tutte queste doti la rendono una persona infinitamente preziosa e delicata da trattare con ogni riguardo.

Premio Assistente dell'anno 2016

Una di voi potrebbe essere la prossima ADA! Un vecchio detto dice: “Chi ha tempo non aspetti tempo”. E voi, cosa state aspettando? Candidatevi!

Leave a Reply