Secretary.it la community dedicata alle assistenti di direzione

Professione Assistenti di direzione

part-time

Part-time: come cambia il contratto nel Jobs Act

Parliamo nuovamente del Jobs Act analizzando le modifiche apportate dal decreto attuativo n. 81/2015 al contratto di lavoro a tempo parziale (cd. part-time).

Ma come cambia il lavoro part- time? Le modifiche sono tutte nell’ottica di semplificazione del contratto e in particolare riguardano la maggiore flessibilità, il lavoro supplementare (cd. straordinari) e la trasformazione del contratto da full time a part time.

Il datore di lavoro può richiedere al lavoratore lo svolgimento di ore di lavoro supplementare anche in mancanza di una disciplina specifica contenuta nel contratto collettivo nazionale applicato, ma esse non devono superare il 25% del totale delle ore settimanali svolte come stabilite nel contratto. E vi potete rifiutare di svolgere queste ore? Sì, ma solo in determinati casi: ragioni di salute, familiari o lavorative e di formazione professionale. Le ore supplementari saranno retribuite con una maggiorazione del 15% .

Altra novità è la maggiore flessibilità del lavoratore. Il datore di lavoro infatti può sia cambiare l’orario di lavoro del lavoratore sia variare la durata della prestazione con il limite dell’aumento pari al 25%. Anche in questo secondo caso queste modifiche portano ad un aumento della retribuzione pari al 15%.

contratto

Per quanto riguarda invece la modifica del rapporto da full time a part time, essa può avvenire solo in determinate situazioni e, in particolare, quando il lavoratore si trova a dover assistere il convivente affetto da patologie cronico-degenerative. In questo caso è possibile richiedere la trasformazione da full time a part time al posto del congedo parentale, ma con una riduzione delle ore che non sia superiore del 50% a quella iniziale.

E gli assegni familiari? Se l’orario settimanale non è inferiore alle 24 ore, questi spettano per intero. Se l’orario di lavoro è inferiore, gli assegni sono giornalieri e sono tanti quanti i giorni di lavoro prestati, qualunque sia il numero delle ore lavorate nella giornata.

Questi sono i primi cambiamenti, ma è solo l’inizio!

1 Response

  1. rossella

    Buongiorno,
    sono una lavoratrice dipendente con contratto ad orario part-time di 6 ore giornaliere a partire dal novembre 2004
    Dal novembre 2004 il mio orario di lavoro, concordato all’epoca, era dalle 9 alle 15 senza pausa pranzo.
    Oggi mi puo’ chiedere di modificare il mio orario per fare dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18 stravolgendo così la mia vita di mamma dopo così tanti anni di rapporto?
    Grazie
    Rossella

Leave a Reply