Secretary.it la community dedicata alle assistenti di direzione

Professione Assistenti di direzione

make-up

Make-up: strumento potente se utilizzato nel modo giusto

Lo prometto, non sarà il solito articolo sul make-up. Croce e delizia dell’universo femminile, diviso tra chi ci litiga ma almeno ci prova, chi ci dormirebbe (non sia mai) e chi lo ripudia, il make-up rimane indiscutibilmente uno strumento potente, purché venga utilizzato nel modo giusto.

Come? 

I segreti li trovate in tutorial, manuali e riviste, mentre se avete letto altri miei articoli, sapete che io credo in una sola regola universale: non esistono regole universali (eccezione fatta per le tecniche di base ma questa è un’altra storia).

Esistono numerosi fattori di cui tener conto e per imparare a truccarsi bene non bisogna far altro che molta pratica, sviluppando manualità, occhio critico e buon senso. Non vi spiegherò quindi come truccare gli occhi piccoli ed è superfluo dire che il make-up deve illuminare lo sguardo. Penso invece che valga la pena sfatare dei miti:

  1. non c’è trucco miracoloso che rimanga invariato da mattina a sera, su qualsiasi tipo di pelle e in qualsiasi condizione. L’unico rimedio sono i vari ritocchi nell’arco della giornata e una trousse funzionale sempre in borsa
  2. non esiste il prodotto perfetto per una categoria generica di pelle perché ogni donna fa eccezione e la sua pelle reagisce imprevedibilmente: provate, cambiate e provate ancora
  3. le leggi sulla sicurezza dei componenti sono piuttosto rigide in Italia e il divario nei prezzi non è detto che dipenda dalla qualità ma da packaging, pubblicità, prestigio del brand, etc: semplicemente, scegliete il prodotto che ha il miglior effetto su di voi
  4. di tutti i prodotti, strumenti e pennelli in commercio, la metà serve solo al portafogli di chi li vende

make-up

Potrei continuare e non finire più ma la verità è che credo fortemente nella percezione che abbiamo di noi stesse, nella nostra sensibilità estetica e nell’assoluto bisogno di sentirci a nostro agio, nel diritto a cercare protezione dietro al fondotinta e femminilità in un rossetto.

Il make-up non deve essere una maschera standardizzata ma uno strumento di valorizzazione, una coccola, un sostegno, un semplice gioco o tutto ciò che vogliamo. È potente perché può mostrare la nostra luce anche in un momento di stanchezza, darci l’energia necessaria per un impegno importante, catturare l’attenzione e agevolarci in molte situazioni.

Sul quando, quanto, come, possiamo parlare in separata sede.

Leave a Reply