Secretary.it la community dedicata alle assistenti di direzione

Professione Assistenti di direzione

Combattere lo stress con i fiori di Bach

Da Assistente sotto stress a consulente olistica

Stress e ansia caratterizzano il ruolo di assistente più di altri. Barbara racconta come ha superato l’esaurimento e raggiunto il benessere emotivo.

Voglio raccontarvi la mia storia perché spero sia di incoraggiamento per tutte le colleghe che vivono un momento di forte stress lavorativo e per offrire loro un aiuto tramite Secretary.it, che ha fatto tanto per me in questi anni e che desidero veramente ricambiare.

Per vent’anni (e più), sono stata una Manager Assistant “in carriera”: ho iniziato il mio percorso in un’azienda metalmeccanica di medie dimensioni, come assistente prima al Direttore dell’Ufficio Estero, poi al Direttore Commerciale, poi al Direttore Generale, poi all’Amministratore Delegato… dopodiché, a seguito di una rivoluzione gestionale, ho deciso che era il momento di cambiare.
Da quel momento, ho lavorato in aziende di vari settori: moda, design, abbigliamento, consulenza legale e altro ancora. Insomma, un bel “parterre”, prima di approdare al settore alimentare-vinicolo. In quest’ultima azienda ho dato veramente tutto di me, responsabile di mille e un ruolo: dell’ufficio, dei clienti, degli acquisti e soprattutto del proprietario, nonché CEO, e della sua famiglia, come assistente personale. Sempre soddisfatta del mio lavoro, sempre riempita di complimenti dal capo, sempre disponibile senza limite di orario o di mansione, ma senza più una vita propria. Ero arrivata a trascurare la mia famiglia, i miei amici, i miei interessi. Mi credevo indispensabile, ma così non era. Dopo i primi, inevitabili segni di cedimento per il troppo stress, capivo che qualcosa non era più lo stesso. Mi sentivo isolata, “mobbizzata”, la realtà perfetta si stava sgretolando a favore della realtà vera: ero arrivata ad un forte esaurimento. Nel frattempo, l’azienda aveva deciso di chiudere l’ufficio di Milano e così fece.

Riemersa da questo tunnel, con molta fatica, aiuto esterno e molte riflessioni, capii che non potevo cambiare la realtà di cui facevo parte, ma che potevo e dovevo cambiare il modo di vedere e affrontare le cose e le persone intorno a me, per tornare a dare il 100% sul lavoro o per scoprire che esistevano anche altre strade.

L’aiuto più efficace l’ho avuto da un metodo assolutamente innocuo ma altrettanto efficace, semplice e delicato, che lavora sulle emozioni: le Essenze Floreali drl Dr. Edward Bach. I Fiori di Bach non sono cosa nuova, potete trovare un gran numero di informazioni su Internet ed altrove, e non è di questi che voglio parlarvi nello specifico: ma desidero dirvi che, se davvero siete decise ad andare a fondo dei vostri malesseri emotivi, se non sapete più come gestire il malumore che vi prende alzandovi alla mattina per recarvi in ufficio, se siete sul punto di cedere all’invidia delle colleghe, alla stanchezza delle responsabilità, all’ansia di perfezione e a tutte le emozioni che caratterizzano la nostra professione più di altre, il sistema c’è!

Li ho sperimentati in prima persona, sono passata a consigliarli a parenti, amici e conoscenti e dati gli ottimi risultati (che ancora oggi non mancano, in alcuni casi, di stupirmi), ho deciso di intraprendere un percorso di studi serio e rigoroso presso la Bach Foundation. Dopo tre anni di corso, esame finale, tirocinio, case history presentata alla Commissione e tesi, dal 2011 faccio parte dei Consulenti certificati iscritti al Registro Internazionale. Nel 2016, inoltre, ho ottenuto l’iscrizione al registro della Regione Lombardia per le DBN (Discipline Bio-Naturali). Tutto questo, grazie anche alla tenacia, alla precisione, al problem-solving imparato negli anni da Manager Assistant, che sono tutte doti preziose in qualsiasi campo!

Che ne è stato della mia carriera di Manager Assistant? Terminata? Non del tutto: ha cambiato forma in modo sostanziale. Mi capita tuttora di collaborare, in forma libera e – per ora – volontaria, con alcune società di design, collezionismo ed eventi (non più un capo, quindi, ma almeno due, in sedi diverse: chiamatelo multitasking!) in modo sereno ed autonomo, e anche nei momenti di stress o disaccordo, non mi sento più travolgere dalle emozioni negative. Ho cambiato l’ordine delle priorità della vita, e la nuova visione mi fa stare decisamente meglio.

Nel frattempo, far stare bene gli altri è diventata la mia strada: sono una libera professionista, in regola e riconosciuta a tutti gli effetti, offro consulenze a domicilio o presso due sedi a Milano, dove, naturalmente, consiglio i Fiori di Bach e altri strumenti di benessere emotivo che ho appreso in questi anni a chi desidera mettersi in pace con se stesso.

Il mio augurio è: vogliatevi bene, perché qualsiasi situazione stressante e negativa PUÒ essere cambiata, se ve la sentite di mettervi in gioco. E prendetevi del sano tempo per voi, non esiste successo professionale che valga più di questo!

Leave a Reply